Quando una passione può diventare un lavoro.

Va detto, la disoccupazione è una bella rottura, così come non trovare lavoro per “colpa della crisi”.
Rimanere con le mani in mano però non è la cosa più indicata se vogliamo migliorare la nostra situazione, ed è quindi indicato alzarsi dalla sedia e darsi da fare.
Nei periodi di non occupazione la cosa migliore da fare è cercare di ampliare il proprio curriculum e le proprie competenze. Come? Non sta a me dirlo, ci sono svariati modi per farlo e quì si possono dare solamente semplici consigli e magari qualche informazione di cui non eravate ancora in possesso.

Per prima cosa si potrebbe iniziare da voi stessi. Ora che avete del tempo seguite le vostre passioni, non è detto che una passione non possa un giorno diventare un lavoro. Valutate le esperienze lavorative che avete avuto, se sono sulla stessa linea dei vostri studi, se vi hanno appagato, o semplicemente se sono quello che vorreste fare per vivere.
La realtà è che serve uno stipendio per vivere, su questo nessuno può dire nulla. Ma è anche vero che è pieno di gente che ha lasciato tutto per seguire le proprie passioni, l’appagamento personale non ha prezzo.

Ho personalmente conosciuto neolaureati in giurisprudenza che si sono dedicati al giornalismo con ottimi risultati una volta finiti gli studi. C’è scrive sul web e chi per giornali a tiratura regionale, ma hanno capito che era quello che a loro interessava e piaceva davvero.
Amanti della tecnologia hanno fatto della loro passione un business di successo semplicemente scrivendo recensioni. Sapevano cosa stavano scrivendo semplicemente perché era la loro passione, scrivevano bene, sapevano consigliare.
Questo li ha portati a guadagnare attraverso internet e le pubblicità sui loro siti.

Un sito web, alVerde.net, può essere un chiaro esempio di come vanno le cose. Il suo creatore ha iniziato a scrivere e dare consigli nel lontano 2000, parlando di guadagno online, affiliazioni, consigli su come ottimizzare il proprio sito web. Con questo è diventato un punto di riferimento per tanti appassionati ed esperti del settore, perché esperto era anche lui. Ha fatto della sua passione un lavoro, arrivando a guadagnare circa 125 mila euro l’anno con i programmi di affiliazione. Non ci credete? Leggete il suo articolo.

Non fatevi adesso fomentare dalle cifre, so che sono esorbitanti ed è difficile non viaggiare con l’immaginazione, pensare cose del tipo “adesso lo faccio anche io”. Questo è solamente uno degli esempi reali, forse uno dei più grandi, ma ce e sono tanti che come lui ogni mese traggono i propri frutti dal web. Non saranno 125 mila euro l’anno, ma 200/300 euro al mese guadagnati attraverso le pubblicità sul web a voi farebbero schifo? Non li disdegnerebbe certamente nessuno.

Potrebbero interessarti anche:

Stipendio fisso...variabile. Ne avete mai sentito parlare?
Diffida dai lavori piramidali.. perderai tempo e spesso denaro!
Il diritto al lavoro è un diritto costituzionale...ma non importa passiamoci sopra
Come scrivere un Curriculum Vitae

03. Ottobre 2011 by admin
Categories: Lavoro | Tags: , , , | Leave a comment

Leave a Reply

Required fields are marked *